Documenti

Legge Regionale 3 Luglio 2012 n.11 “Interventi di prevenzione, contrasto e sostegno a favore di donne vittime di violenza” 

Intesa Stato Regioni del 27 novembre 2014 “intesa relativa ai requisiti minimi dei Centri antiviolenza e delle case rifugio”

Delibera Consiglio Regionale n. 894 del 10 novembre 2014 con cui è stato approvato il “Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2015/2018”

Delibera Giunta Regionale n. 6714 del 14 giugno 2014 con cui sono state approvate le “Linee guida per la sottoscrizione di accordi di collaborazione con i comuni capofila di reti territoriali Interistituzionali antiviolenza finalizzati al consolidamento e miglioramento dei servizi e delle azioni per la prevenzione e il contrasto del fenomento della violenza nei confronti delle donne, programma 2017/2019

Delibera Giunta Regionale n. 6712 del 14 giungo 2014 “Istituzione dell’Albo regionale dei Centri antiviolenza, delle Case Rifugio e delle Case di Accoglienza

Decreto della direzione generale Reddito di Autonomia e inclusione Sociale n. 8601 del 13 luglio 2017 “Modalità attuative per la sottoscrizione di accordi di collaborazione tra Regione Lombardia e Comuni capofila di reti territoriali Interistituzionali per il sostegno dei servizi e delle azioni per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne

Protocollo di intesa per l’adozione di interventi coordinati nell’attività di contrasto al fenomeno della violenza nei confronti delle donne. Rete territoriale interistituzionale antiviolenza degli ambiti territoriali di Busto Arsizio, Gallarate, Saronno e Somma Lombardo.

Il Protocollo operativo origina dalla necessità di uniformare le procedure operative adottate dalla Rete Territoriale antiviolenza con Ente capofila Busto Arsizio e la Rete Territoriale Antiviolenza  con Ente capofila Saronno  a seguito dell’adesione di entrambe, in data 21/10/2015, al Progetto “Viòla, non Vìola – Rete a sostegno delle donne vittime di violenza”.

Skip to content